Articoli

PASTA LA MOLISANA ANCORA PROTAGONISTA CON IL CIRCOLO DEI BUONGUSTAI

E’ passato un anno intenso fatto di eventi, lezioni, show cooking dove la pasta “La Molisana” è stata protagonista delle ricette dello chef Fabio Campoli. Anche per il 2014 continua questa “gustosa” collaborazione tra il Circolo dei Buongustai e il brand dei pastifici italiani più noti e di qualità.
La Molisana sceglie nuovamente di far parte del paniere delle “buone cose” con la sua storia e le sue antiche tradizioni. Un marchio che negli ultimi anni si è imposto sul mercato con un’immagine moderna, ma che sa fare la pasta buona come una volta.

Pastificio di antiche tradizioni, nato agli inizio del '900 come bottega artigianale in parallelo al molino dei fratelli Ferro, che negli anni si è trasformato in un'azienda moderna e innovativa, attenta alla qualità e all'etica di produzione. Queste i punti cardine dell’azienda, voluta dallo chef Fabio Campoli tra i suoi partner. Il Circolo dei Buongustai sempre attento, infatti, alle aziende “made in Italy” e ai prodotti di grande qualità, ritrova ne La Molisana un modo di lavorare e pensare il prodotto secondo antiche regole e sapori, il rispetto e la valorizzazione del territorio, senza però tradire una visione nuova nei confronti della tecnologia. Una coniugazione perfetta tra tradizione e sperimentazione, come lo stesso chef vuole e cerca nella sua cucina.

“La collaborazione con il Circolo rientra perfettamente nella filosofia di spiegare la qualità come mission aziendale e di rendere il consumatore giudice unico della bontà del prodotto - racconta Rossella Ferro, Responsabile Marketing - grazie alle competenze integrate di mugnai e pastai, che lavorano nel settore da oltre 100 anni, La Molisana oggi governa la filiera integrata, un asset che appartiene solo a circa il 10% delle aziende nel settore agroalimentare. Nel Molino scegliamo e maciniamo solo le varietà di grano più pregiate. La miscela di diverse qualità di grani e l’arte dei maestri mugnai porta alla definizione dei migliori blend di semola di grano duro. Da questo lavoro di equilibri nasce la nostra pasta, caratterizzata dall’inconfondibile colore giallo dorato caldo, da un intenso aroma di grano, da un elevato valore proteico mai inferiore al 14% e da una elevata tenacità”. Siamo inoltre convinti dell’importanza di dare valore e visibilità alle eccellenze che devono impegnarsi per fare rete e creare sinergie. Quindi continuiamo con entusiasmo questa avventura con lo chef Fabio Campoli e con un entusiasmo che vorremo fosse contagioso e generasse un “circolo virtuoso”.