Cucina da Mare

Polpo in umido su polentina bianca

commento dello chef:

“Guardo questo piatto e ammetto subito che già alla vista è un piatto che dà soddisfazione. Bellissima l'idea della polenta bianca, molto usata in Veneto, ma poco conosciuta fuori dalla regione e interessante l'abbinamento del pesce con la polenta che è simbolo di una vera contaminazione regionale, che mi riporta alla cultura delle Repubbliche Marinare. C'è Venezia e c'è Napoli, una con la polenta, l'altra con il polpo, ci sono le salse, c'è la storia che unisce e fa da condimento.. insomma con questa ricetta facciamo cultura gastronomica..cosa che non dobbiamo mai dimenticare".


LINK RICETTA



Nel mio ristorante...ve la propongo così:

E' talmente buona e mi regala così tante emozioni, come dovrebbe fare ogni ricetta che vi propongo, che non mi va di cambiare nulla. Quindi riprendo la ricetta del blog il Cucinale e ve la regalo con gusto.

Polpette di polpo e pecorino

commento dello chef:

“Leggo il titolo e scoppio in una risata... troppo forte!! La nostra amica del blog Solo per gusto, introduce queste polpette di polpo e pecorino con l'appellattivo “la polpettatrice italica...vista la moda di trasformare tutto in polpette...questa ironia mi piace e mi piace anche la fusione di diverse culture che si uniscono in questa ricetta apparentemente semplice. Pare che sia una versione riadattata di un piatto provato in Giappone, per cui stiamo parlando di una vera ricetta fusion, l'oriente si lega alla cucina italiana e alle nostre tradizioni in un piatto nuovo e gustoso. Brava la nostra polpettatrice e nel mio ristorante ve le propongo in abbinamento a una insalatina con cavolo e citronette di bergamotto... e altrettanta dose di ironia.".


LINK RICETTA



Nel mio ristorante...ve la propongo così:

POLPOTTE con insalata del cavalo.... Morbide polpettine di “polpo” abbinate a una fresca insalatina di cavalo bianco condita con una citronette di bergamotto o di cedro.

L'Alice nel tortino delle meraviglie

commento dello chef:

“La prima cosa che colpisce di questa ricetta è il nome, “l'Alice nel tortino delle meraviglie”...mi piace, mi diverte, mi mette allegria. Una ricetta che mi ha incuriosito per la sua semplicità e per l'equilibrio trovato nella mescolanza dei suoi ingredietni, altrettanto semplici, le alici, pesce azzurro, e i fiori di zucca, che possono poi essere sostituiti con altri vegetali di stagione. Bravo Luca, dunque, che ha saputo rendere originale un piatto che all'apparenza può sembrare povero, ma che vi assicuro è ricco di gusto, dandogli anche brio con un nome che evoca immagini fantastiche. Nella mia cucina e vista la stagione al posto dei fiori di zucca vi propongo una versione con la catalogna o puntarelle. ".


LINK RICETTA



Nel mio ristorante...ve la propongo così:

Il nome va ssolutamente mantenuto, ma con una piccola variante.. L'Alice nel paese delle meaviglie in autunno. Alici fresche coperte di puntarelle al pestaccio racchiuse in un friabile cestino di pasta brisè, servite al momento con fiocchetti di fiordilatte fresco.

Rubrica in Allestimento

Fabio CampoliSto preparando questa rubrica per te.
Torna presto a trovarmi.
























Commenti

comments powered by Disqus